Catalogna

Catalogna

Ovvero un poscritto non rammoso al post precedente

Che io alla fine ho passato nemmeno 48 ore in Catalogna, a cui si vanno a sommare quei cinque giorni di gita in quinta superiore dove sono riuscita anche a farmi malmenare da un buttafuori che mi lasciò un livido sul braccio. Però fu anche anche un bel momento perché tutta la classe insorse e ce ne andammo in massa dal locale (tanto ce n’erano dieci a fianco).

Comunque, al di là delle scorribande della classe 5^D nella primavera del 2000. Barcellona-Girona 2009. Note di colore sostanziali ne ho già fornite nel post precedente. Per completezza aggiungo:

  • anche a Barcellona, come in Veneto, si impreca dicendo “ostia!” Non so come si bestemmi, io per sicurezza ho continuato a farlo nella mia lingua natìa.
  • ci sono cinquanta negozi e trenta bar nell’aeroporto di Barcellona. In quello di Girona no. In quello di Treviso neanche uno, però hanno Cani Utili e la signora delle pizze se fai il ruffiano come mio fratello se glielo chiedi gentilmente ci mette sopra della soppressa extra. Continua a leggere
Annunci